Questo sito utilizza cookie per rendere migliore l'esperienza di navigazione. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo.

Mediterranea a Tbilisi: il programma culturale

Tbilisi itaMediterranea naviga per conoscere il Mediterraneo, il mare e la sua storia. E non solo. Mediterranea naviga anche e soprattutto con l'obiettivo di incontrare la cultura del Mediterraneo, e quindi gli intellettuali, gli artisti, gli scrittori con i quali scambiare idee e punti di vista. Mediterranea naviga alla ricerca del "pensiero del Mediterraneo".

Programma degli Incontri Culturali a Tbilisi dal 15 al 20 giugno 2015. 

Nel mese di giugno 2015, durante la sosta di Mediterranea in Georgia nel porto di Batumi e lungo la costa georgiana, nella capitale Tbilisi, all'interno del Paese, si svolgerà una serie di appuntamenti individuali con i principali rappresentanti della vita culturale e sociale georgiana. Gli incontri si terranno presso l'Ambasciata Italiana a Tbilisi e negli spazi museali messi a disposizione da alcuni degli ospiti invitati.

QUI il calendario degli Incontri

Ecco, in dettaglio, alcuni di coloro che sono stati invitati, in collaborazione con l'Ufficio Promozione Culturale dell'Ambasciata Italiana a Tbilisi, e che hanno già dato conferma della loro presenza:

 

6370 gDavid Lordkipanidze: Archeologo e antropologo, con le sue scoperte sta rivoluzionando la storia dell’evoluzione del genere “Homo”.  Direttore generale del complesso museale del Museo Nazionale Georgiano (GNM), è autore di oltre 120 pubblicazioni sulle maggiori riviste scientifiche internazionali (da Nature a Scienze magazine a Journal of Human Evolution e altri) ed è membro di diverse associazioni e fondazioni scientifiche in tutto il mondo.

 

 

maxresdefaultDato Turashvili: Scrittore di romanzi e libri di viaggio. E’ l’autore di “Jeans generation” (tradotto in Italia “Volare via dall’URSS”) una storia vera, drammatica e commovente, ambientata nella Georgia degli anni ’80. Attivista politico, è stato leader di movimenti studenteschi e, come ci dice, "in quegli anni, abbiamo combattutto contro il regime sovietico, per la democrazia, la libertà e i diritti umani".

 

imgres-2David Magradze: Poeta e scrittore pluripremiato. Nella rosa dei nominati al premio Nobel per la Letteratura, è considerato il portavoce dell’anima della Georgia. Autore dell’inno nazionale georgiano, è stato anche Ministro della Cultura dal 1992 al 1995. Da diversi anni è ospite d’onore al Festival della Poesia di Genova.

 

 

imgres-1Lasha Bakradze: Filosofo, storico e germanista. Dal 2010 è direttore del Museo della Letteratura “Giorgi Leonidze”. Docente presso l’Università Statale Ilia di Tbilisi, dopo la laurea in letteratura tedesca e linguistica a Tbilisi, ha completato i suoi studi nelle università tedesche di Jena e Potsdam e a Berna in Svizzera.

 

 

SAM 7627Nana Lomia: Liguista e PhD in Filologia. Docente presso il Centro Culturale Italiano dell’Università Statale di Ilia a Tbilisi, si occupa anche di scambi culturali e comunicazione interculturale, in collaborazione con l’Associazione “Georgia-Italia”.

 

 

 

images-1Lasha Bugadze: scrittore di romanzi, è anche un attivo scenografo. Molti suoi testi sono stati utilizzati per realizzare diversi film. E’ uno degli autori presenti nelle trasmissioni della Radio-Televisione pubblica di Georgia.

 

 

hqdefaultTrio Mandili: si chiamano Tatia Mgeladze, Shorena Tsiskarauli e Ani Chincharauli, e compongono un trio canoro nato per caso. Un loro video, in cui cantano una tradizionale canzone georgiana, pubblicato su YouTube lo scorso settembre 2014, è diventato virale in pochi giorni, portando le tre ragazze all’attenzione del mondo. Il canto polifonico georgiano ha origini molto antiche, sembra addirittura dell’VIII secolo a.C. Dal 2011 è patrimonio universale immateriale dell’umanità ed è protetto dall’UNESCO.

 

10443506 10204085468603220 9185386126183008095 nMaka Memanishvili: cooperante umanitario, lavora con l’Associazione umanitaria “Georgia-Italia” come membro del direttivo. Ha seguito il progetto d’accoglienza effettuato per i bambini profughi dall’Abkhazia e Samaciablo, zone di guerra sul territorio georgiano, in collaborazione con le alcune associzioni italiane. E’ direttore dell’amministrazione & HR presso John Snow, Inc. (progetto di USAID).

 

  CON IL PATROCINIO ONORARIO DI:
Ministero degli Affari Esteri
Marina Militare
Guardia Costiera
Lega NavaleIstanbul
Città di San Benedetto del Tronto
  MEDIA PARTNERS:
Ansa Med
Ansa Med
 
“Saily"
 

Area riservata agli autori

Top of Page
Joomla extensions by ZooTemplate.com