Questo sito utilizza cookie per rendere migliore l'esperienza di navigazione. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo.

Mediterranea ad Istanbul: il programma culturale

istanbul-ita.jpg

Mediterranea naviga per conoscere il Mediterraneo, il mare e la sua storia. E non solo. Mediterranea naviga anche e soprattutto con l'obiettivo di incontrare la cultura del Mediterraneo, e quindi gli intellettuali, gli artisti, gli scrittori con i quali scambiare idee e punti di vista. Mediterranea naviga alla ricerca del "pensiero del Mediterraneo".

Programma degli incontri culturali dal 20 febbraio al 27 marzo 2015

Martedì 24 febbraio, ore 12.00 - Conferenza stampa di presentazione del Progetto Mediterranea, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Istanbul, sotto l'egida e il patrocinio della direzione dell'Istituto, Addetto Reggente Dr.ssa Maria Luisa Scolari ed il suo staff.

Mercoledì 25 febbraio - ore 19.00 - Convegno/dibattitto sul tema:

"Intesa. Complicità. Ascolto. La comunicazione (e l'amore) nel Terzo Millennio"

Intervengono:

  • Buket Uzuner – scrittrice
  • Oya Baydar – scrittrice
  • Burhan Sonmez – scrittore
  • Simone Perotti – scrittore
  • Moderatrice: Nermin Mollaouglu – agente letterario

Tra la fine del mese di febbraio e tutto il mese di marzo, si svolgerà quindi una serie di appuntamenti individuali con molti rappresentanti della vita culturale e sociale turca. Gli incontri si terranno presso l'Istituto Italiano di Cultura, le librerie di Istanbul e gli spazi messi a disposizione dai diversi ospiti invitati.

Ecco, in dettaglio, alcuni di coloro che sono stati invitati e che hanno già dato conferma della loro presenza.

 

Zulfu LivaneliOmer Zulfu Livaneli, musicista turco, romanziere, giornalista e regista molto conosciuto. E’ stato esponente politico della sinistra social-democratica e membro del Parlamento turco per una legislatura. Dal 1996 è uno degli Ambasciatori di buona volontà dell’UNESCO. E’ noto soprattutto per la sua musica popolare, in cui fonde la musica tradizionale turca con quella contemporanea. Al suo concerto del 1997 ad Ankara, assistettero circa 500.000 persone. Ha vissuto a Parigi, Atene, Stoccolma e New York.

 

 

Buket UzunerBuket Uzuner, scrittrice turca, è autrice di romanzi, racconti e diari di viaggio. Laureata in biologia e scienze ambientali, ha condotto ricerche e presentato studi nelle Università della Turchia, Norvegia, Finlandia e Stati Uniti. Viaggiatrice appassionata, ha pubblicato diversi libri di viaggio. Alcune sue opere sono state tradotte in otto lingue, come “Kumral Ada. Mavi Tuna.”, pubblicato in Italia da Sellerio con il titolo “Ada d’Ambra”. Ha vinto numerosi premi letterari ed è membro onorario di diverse associazioni e fondazioni di letteratura.

 

 

portre 026Bedri Baykam, uno dei più noti artisti turchi. Artista poliedrico e ingegnoso, si dedica a tutte le arti, dalla pittura alla scultura alla scrittura. Fondatore del Turkish Plastic Arts Association, è membro del comitato esecutivo dell'International Art Association. Fondatore della Piramid Sanat, galleria d'arte e società di comunicazione.

 

 

AyferTunc03Ayfer Tunc, scrittrice di romanzi e racconti, è una delle penne più brillanti in Turchia. Ha ricevuto premi e segnalazioni sia da circoli letterari che dai lettori stessi, sin dalla pubblicazione del suo primo volume di racconti. Il suo "Yesil Peri Gecesi" del 2011 è tradotto in Italia con il titolo "La notte dell'Assenzio". E’ nata nel 1964 ed è laureata in Scienza Politiche presso l’Università di Istanbul.

 

 

 

Oya BaydarOya Baydarscrittrice turca, considerata dai suoi lettori, “la Francoise Sagan della Turchia”. Il suo primo libro, God Forgot his children” è stato pubblicato nel 1961, mentre il suo romanzo più famoso "Addio Alyosha” pubblicato in Turchia nel 1991, ha ricevuto il Premio Letterario “Sait Faik”. I suoi romanzi e saggi hanno vinto molti premi. La sua vita è stata tormentata dall’esilio e dalla depressione, ma nella scrittura ha trovato la forza per reagire.

 

Burhan SonmezBurhan Sonmez, giornalista e scrittore, è nato in Anatolia nel 1965 e si è poi spostato ad Istanbul dove ha studiato legge. Ha scritto su giornali e riviste nazionali, con articoli e rubriche editoriali. Pur essendosi dedicato per qualche tempo alla poesia, che gli è valsa la premiazione in due competizioni letterarie nazionali, ha più tardi deciso di riprendere a scrivere romanzi. Nel 2011 il suo secondo romanzo ha ricevuto il prestigioso Sedat Somavi Literature Prize. Vive tra Cambridge ed Istanbul.

 

Nermin MollaogluNermin Mollaoglu, agente letterario e co-fondatrice dell’agenzia Kalem, che rappresenta oltre 80 scrittori turchi, oltre a traduttori e scrittori di lingua straniera. E’ organizzatrice dell’ITEF, Istanbul Tapinar Literature Festival, il primo festival della Letteratura in Turchia. Nel 2009 è stata finalista del YCA Publisher Award.

 

Murat BelgeMurat Belge, intellettuale turco, accademico, traduttore, critico letterario, editorialista ed attivista per i diritti civili. Come ama definirsi: “guida turistica, occasionalmente”. Ha tradotto in lingua turca D.H. Lawrence, James Joyce, Charles Dickens e molti altri. E’ membro attivo dell’Helsinky Citizens Assembly.

 

Ufuk KocabasUfuk Kocabas, archeologo e storico della navigazione presso l'università di Istanbul. E' direttore degli scavi nell'area del porto di Teodosio dell'antica Costantinopoli e segue la ricostruzione e lo studio della "Yenikapi 12", una delle 37 imbarcazioni ritrovate nel sito.

 

 

Nedim Bora HazarNedim Bora Hazar, regista di documentari, produttore e musicista. E' specializzato in Storia delle identità culturali e delle minoranze. Studioso di musica e di arte, ha lavorato come musicista e produttore in radio e televisione in Germania, dove è vissuto per 20 anni fino al 2003. Vive da qualche anno sull'isola di Burgazada, nelle Isole dei Principi, microcosmo culturale multi-etnico.

 

Ayfer UnsalAyfer Tuczu Unsal, giornalista e scrittrice di libri di cibo e cucina. Ha lavorato per 5 anni alle Nazioni Unite. Ha scritto 3 libri sulla cucina del Mediterraneo. Ama la Turchia e pensa che “qui c’è la storia di tutto il Mediterraneo”.

 

 

Yasemin TaskinYasemin Taskin, giornalista turca. Dopo aver aperto l’ufficio dell’agenzia di stampa Anadolu a Roma, è oggi corrispondente di TRTTURK, la televisione statale. Ha scritto Tu¨rk Sinemasi: il cinema turco degli Anni ’80 (con Roberto Silvestri, 1991) e "Uccidete il Papa", con Marco Ansaldo, edito da Rizzoli. È stata vice-presidente dell’Associazione della Stampa Estera. Ha vinto il premio internazionale Donna Città di Roma e, nel 2015, il premio "Anima" per il giornalismo. E' uno dei fondatori del Forum di Dialogo Italo-Turco.

 

Ferdan YusufiFerdan Yusufi, gallerista e curatrice d'arte. Nel 2006 ha collaborato all'apertura del Centro Culturale di Kadikoy (Istanbul), del quale ha poi curato la galleria. Co-fondatrice dell'associazione culturale "NeoArtGallery" e titolare dello spazio InnPark Arts a Beyoglu (Istanbul), si adopera per la diffusione della cultura artistica turca ed italiana. Nel 2014 ha aperto, con la galleria d'arte Russo di Roma, la Istanbul Russo Art Gallery, emanazione diretta della sede romana.

 

Giuseppe ManciniGiuseppe Mancini, giornalista italiano, storico, analista di politica internazionale, vive stabilmente ad Istanbul da anni. Nel suo blog “Istanbul, Europa”, con  articoli, foto, riflessioni, politica, persone (soprattutto quelle che appartengono a una qualche minoranza), racconta la Città e la Turchia, da un punto di vista diverso e fuori dagli standard normalmente turistici.

 

Luigi BallarinLuigi Ballarin, pittore. Veneziano cosmopolita innamorato dell’Oriente. Con la sua pittura svela ambienti, colori ed atmosfere intense, nel fascino incontrastato del mondo arabo. I temi delle sue composizioni pittoriche racchiudono tutta la vastità della cultura del Medio Oriente. Vive tra Roma e Istanbul, non dimenticando le sue salde origini veneziane.

 

Vana StellouVana Stellou, giornalista e conduttrice radiofonica, è nata ad Atene, ma vive ad Istanbul da molti anni. Si occupa di eventi culturali, parlandone sui media di lingua greca e conduce quotidianamente un suo programma “Mes tis Polis ta stena” nell’unica radio di lingua greca di Istanbul: “Iho tis Polis”, dove intervista scrittori, artisti, e uomini e donne direttamente coinvolti nella vita sociale turca.

 

 

Add a comment Add a comment

Incontri di Atene

 MED ATENE

Mediterranea naviga per conoscere il Mediterraneo, il mare e la sua storia. E non solo. Mediterranea naviga anche e soprattutto con l'obiettivo di incontrare la cultura del Mediterraneo, e quindi gli intellettuali, gli artisti, gli scrittori con i quali scambiare idee e punti di vista. Mediterranea naviga alla ricerca del "pensiero del Mediterraneo".

Ecco, in dettaglio, i profili dei protagonisti e le interviste realizzate durante la sosta di Mediterranea ad Atene nel mese di settembre 2014:

 

zacharopoulosDenys Zacharopoulos, direttore del Museo di arte Contemporanea "Alex Mylona" di Atene. Esperto cultore dell'Arte Povera e Contemporanea, è stato direttore artistico di numerosi Istituti e musei internazionali, da New York a Londra, da Ginevra a Vienna e Amsterdam.

Leggi la sintesi dell'intervista 

 

 

 

derosaMaurizio De Rosa, saggista e traduttore di letteratura greca moderna e contemporanea. Sue le migliori traduzioni delle opere di Ioanna Karistiani e di Maro Duka. Collabora con il Centro Nazionale ellenico della Traduzione. Vive e lavora ad Atene. 

Leggi la sintesi dell'intervista

                                                Guarda il video dell'intervista

 

 

valaoritisNanos Valaoritis, uno dei più grandi scrittori greci contemporanei, dalla storia personale tormentata, dall'esilio durante la II guerra mondiale e durante il periodo dei Colonnelli. Ha vissuto in Egitto, Stati Uniti, Svizzera, Parigi... Definisce sé stesso "un surrealista" e le sue opere sono costellate di parodie, assurdità e metafore che esprimono la profondità della sua mente e del suo pensiero. Ha ricevuto il prestigioso premio dell'Accademia Ateniese di Lettere e Scienze e la Croce d'onore della Presidenza greca. Oggi ha 93 anni.

                                                Leggi la sintesi dell'intervista


hadziiosifChristos Hadziiosif, Professore di Storia moderna e contemporanea dell'università di Creta e Direttore dell'Istituto per gli Studi Mediterranei - Fondazione greca per la ricerca e la tecnologia. Profondo conoscitore della storia sociale ed economica del Mediterraneo, è autore di numerosi saggi sulla storia economica dell'area mediterranea e greca.

Leggi la sintesi dell'intervista

 

 

koutsorelisKostas Koutsourelis, poeta e traduttore di opere del rinascimento italiano. Ha tradotto recentemente le poesie di Michelangelo Buonarroti.

Leggi la sintesi dell'intervista

Guarda il video dell'intervista

 

 

 

markarisPetros Markaris, scrittore e sceneggiatore. Ha collaborato con Theo Angelopoulos in diversi film. Uno dei pochi scrittori greci ben conosciuto in Italia, come anche il protagonista dei suoi romanzi, il genuino e contemporaneo commissario Charistos. Saggista intelligente e acuto, poliglotta e cosmopolita, le sue radici affondano tra i greci di Istanbul, suo padre era armeno e ha studiato in Germania. Si definisce greco, ma la sua città natale è Istanbul, la Città come viene ancora chiamata dai greci che lì sono nati.

                                                Leggi la sintesi dell'intervista

 

peteinakiMaria Peteinaki, architetto, co-portavoce del partito dei verdi ecologisti in Grecia, fondatrice di Alternative Tours Athens, participante al Falafel Network e promotrice del movimento degli orti urbani.

Leggi la sintesi dell'intervista 

 

 

strofalisMario Strofalis, pianista e pluripremiato compositore di colonne sonore. Fondatore dell'Athens Art Network.

Leggi la sintesi dell'intervista

Guarda il video dell'intervista

 

 

 

 

ferrariAntonio Ferrari, editorialista e corrispondente per il Corriere della Sera dal Mediterraneo orientale. E' la memoria guastafeste del Mediterraneo, "ricorda e scrive di ciò che altri hanno dimenticato o ignorano". Ha conosciuto tutti i protagonisti della storia del Medio Oriente e molti di loro hanno avuto l'onore di una sua intervista. Vive e lavora ad Atene.

Leggi la sintesi dell'intervista

                                                Guarda il video dell'intervista

 

 

sigalasParis Sigalas, matematico e wine-maker. Dall'insegnamento delle scienze matematiche nelle scuole superiori alle vigne secolari di Santorini, dove ha fondato la sua cantina, una delle migliori e più accreditate domaine di Grecia. Le vigne, antiche e secolari, sono tutte a piede franco, perché non hanno conosciuto la fillossera. Un vino, quindi, quello di Sigalas, che può a ragione essere definito "vino degli dei".

Leggi la sintesi dell'intervista

 

 

kafkaKaterina Kafentzi (aka Kafka), giornalista musicale, direttore dei programmi radiofonici di EN LEFKO Radio 87.7FM e direttore dello show radiofonico «5/25 Live Sessions».

Leggi la sintesi dell'intervista

 

 

 

 

maniliFabrizio Manili, scrittore italiano, autore di "Leros con l'apostrofo – racconti dell'isola".

Leggi la sintesi dell'intervista

 

 

 

 
sotiropoulosErsi Sotiropoulos, scrittrice. Nata a Patrasso, è antropologa di formazione. Ha vissuto e studiato a lungo in Italia, prima di ristabilirsi di nuovo nel suo Paese. Dal suo esordio nel 1980, ha scritto numerosi romanzi, alcuni dei quali tradotti anche in lingua italiana. Tra questi, "Il sentiero nascosto delle arance", un romanzo di giochi di equilibrio e vite sconclusionate, alla continua ricerca dell'amore.

Leggi la sintesi dell'intervista

Guarda il video dell'intervista

 

 

moschonasNikos Moschonas, storico e critico d'arte. Direttore Emerito di NeoEllenia Research Foundation. Arte bizantina.

Leggi la sintesi dell'intervista 

 

 

 

 

 

makrisPanayiotis Makris, diplomatico, ambasciatore, presidente della Hellenic Foundation of Culture.

Leggi la sintesi dell'intervista

Guarda il video dell'intervista

 

 

 

 

tassios Theodossios Tassios, ingegnere, professore emerito del Politecnico di Atene, membro dell'Accademia delle Scienze di Torino, dottore honoris causa dell'Università di Liegi, Nanjing, Cipro, Democritos e Aristotele, Presidente dell'Organizzazione Internazionale Scientifica, Presidente onorario della Hellenic Society of Philosophy.

Leggi la sintesi dell'intervista

Guarda il video dell'intervista

 

 


mastrantoniMarilli Mastrantoni, attrice e direttore artistico di eventi culturali.

 Leggi la sintesi dell'intervista

 

 

 

 

vassilikosVassilis Vassilikos, scrittore, autore di 112 libri, fra i quali il romanzo Z (1967).

Leggi la sintesi dell'intervista

Guarda il video dell'intervista

 

 

 

 

 

panel1Incontro-dibattito "Quale Umanesimo dopo la crisi?(guarda il video)
Interventi di:
- Ersi Sotiropoulos (scrittrice)
- Thanassis Vatinos (scrittore e drammaturgo)
- Vassilisi Makios (direttore Corallia)
- Paris Sigalas (matematico, wine-maker)
- Simone Perotti (scrittore e co-fondatore di Progetto Mediterranea)
Moderatore: Antonio Ferrari (editorialista e corrispondente per il Corriere della Sera)

 

panel3Incontro-dibattito "Mediterraneo e racconti: gli scrittori al tempo della crisi" (guarda il video)
Interventi di:
- Kostantinos Tsamiotis (scrittore e critico d'arte)
- Maurizio de Rosa (giornalista e traduttore)
- Kostas Koutorelis (poeta e traduttore)
- Simone Perotti (scrittore e co-fondatore di Progetto Mediterranea)
Moderatore: Gerasimos Zoras (Direttore del Dipartimento di Lingua e Letteratura Italiana dell'Università Capodistriaca di Atene)

 

Add a comment Add a comment

Gianluca Solera: un uomo di frontiera. Conversazioni a bordo

 

 

“Mettersi in barca con l’idea di attraversare tutta la regione  (del Mediterraneo n.d.r.) per diffondere il messaggio della necessità di costruire un destino comune, in effetti, è un atto politico, fuori dagli schemi che i tempi che viviamo ci impongono, e per questo doppiamente politico. Un atto illegale, dove l’illegalità consiste nel tentativo di superare tutte le frontiere e di mettere insieme le sponde divise, di un’illegalità fondata su ciò che è giusto e buono, perché non sempre ciò che è legale è giusto.”

Questo ci ha detto Gianluca Solera, scrittore e giornalista, il 16 maggio 2014, alle ore 20.00 nella dinette di Mediterranea, ormeggiata nel porto di San Bendetto del Tronto. Era il “giorno prima”. Quello prima della partenza, quello prima che Mediterranea iniziasse il suo lungo viaggio, quello nel quale ci siamo ritrovati tutti intorno ad un tavolo per ascoltare le parole di un uomo che il Mediterraneo lo ha attraversato e lo ha vissuto, lo ha letto e lo ha raccontato, lo ha sentito sulla propria pelle e che, da anni ormai, si batte per la “cittadinanza mediterranea”.

Nel video, Simone Perotti e Gianluca Solera, come in un incontro tra amici, scambiano idee e pensieri sul Mediterraneo, il ruolo della politica, il senso della spedizione, perché, “se - come dice Solera - la protesta che ha attraversato paesi arabi e europei, Israele e Turchia in questi ultimi tre anni ha avuto come simbolo la tenda, e dove si piantava una tenda si gridava: «Pane, giustizia e libertà», perché non potrebbero essere le imbarcazioni il nuovo vettore di questo messaggio transnazionale, tanto mobili e simboliche quanto una tenda?

Add a comment Add a comment

Mediterranea ad Atene: il programma culturale

 

 

03-Atene-Acropoli-700x466

Dopo mesi a navigare e a svolgere le varie linee del suo progetto scientifico, Mediterranea approderà ad Atene il 30 agosto. Qui resterà ormeggiata un mese per entrare in contatto con la comunità culturale ellenica, che ha risposto in modo molto disponibile agli inviti che sono stati inviati nei mesi scorsi, anche grazie alla preziosa collaborazione della prof.ssa Silvana Vassilli, addetto culturale dell'Ambasciata italiana ad Atene e Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura.

Mediterranea non naviga per il gusto di conoscere il Mediterraneo, di vivere il mare, di compiere i suoi esperimenti. Non solo. L'obiettivo della spedizione è incontrare la cultura del Mediterraneo. Intellettuali, scrittori, artisti con cui dialogare, confrontarsi, e da cui estrarre un "pensiero del Mediterraneo" utile a fronteggiare il presente, l'epoca di tragica decadenza in cui non solo quest'area, ma il mondo intero versa nel secondo decennio del terzo millennio.

Add a comment Add a comment Leggi tutto: Mediterranea ad Atene: il programma culturale

Semi di Natura nel Mediterraneo

 

 

 

Il progetto Natural Recall viaggia con Mediterranea. I semi di basilico, consegnati dal team di Natural Recall in preziose leggere bustine, hanno raggiunto gli angoli di questa sponda del Mediterraneo,  e si diffondono sul terreno. Dalla Puglia al Peloponneso, dal Golfo di Saronico all’arcipelago delle Cicladi. E questo è solo l’inizio.

Nelle immagini, Rais Giuliana consegna le bustine di Natural Recall, contenenti i semi di basilico, alle proprietarie della piccola bottega dedicata alla trasformazione del legno e delle pietre in oggetti preziosi ed eleganti del borgo di Klima nell’isola di Milos.

DSC 0160 1DSC 0156 1

 

Add a comment Add a comment Leggi tutto: Semi di Natura nel Mediterraneo

Sabir Maydan: il primo forum della cittadinanza mediterranea

 

 

Progetto Mediterranea sostiene ed invita tutti a partecipare alla campagna di crowdfunding per la realizzazione di Sabir Maydan, il primo forum della cittadinanza mediterranea, che si svolgerà a Messina il 28 settembre 2014, nella cornice del Festival di letteratura mediterranea SabirFest. Progetto Mediterranea parteciperà all'evento per contribuire al dibattito su democrazia, cittadinanza e futuro del Mediterraneo. Per partecipare alla campagna di crowdfunding clicca qui. 

Add a comment Add a comment Leggi tutto: Sabir Maydan: il primo forum della cittadinanza mediterranea
  CON IL PATROCINIO ONORARIO DI:
Ministero degli Affari Esteri
Marina Militare
Guardia Costiera
Lega NavaleIstanbul
Città di San Benedetto del Tronto
  MEDIA PARTNERS:
Ansa Med
Ansa Med
 
“Saily"
 

Area riservata agli autori

Top of Page
Joomla extensions by ZooTemplate.com