Questo sito utilizza cookie per rendere migliore l'esperienza di navigazione. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo.

Le previsioni meteo-mare di Sea-Conditions al servizio di Mediterranea

 

Progetto Mediterrane14180166530 0b9b29c6f4 ca collabora con il CMCC (Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici) e i suoi partner LINKS S.p.A. e CNR- IAMC (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per l'Ambiente Marino Costiero) al progetto di ricerca industriale TESSA (Sviluppo di TEcnologie per la Situational Sea Awarness), sperimentando a bordo il servizio di previsioni meteo-marine "Sea-Conditions" e il sistema per la determinazione della rotta più sicura.

In un take di Ansa Med dal titolo "Mediterranea: si sperimenta sistema previsione meteo-mare" tutte le informazioni su questo progetto e sulle iniziative di collaborazione con il mondo scientifico in corso a bordo di Mediterranea.

 

Add a comment Add a comment Leggi tutto: Le previsioni meteo-mare di Sea-Conditions al servizio di Mediterranea

Fotogrammi Mediterranei

 

 

Vento nelle vele, colori, sorrisi, entusiasmo.
Ecco le immagini della partenza di Mediterranea da San Benedetto del Tronto.

 

Buon vento, Mediterranea!

Add a comment Add a comment

Occupy Meganissi



Oggi, 4 giugno 2014, alle ore 12.00 del fuso orario di Atene, l'imbarcazione a vela Mediterranea e una flotta di altre 20 barche di varie nazionalità hanno ormeggiato in una baia dell'isola greca di Meganissi (Lat. 38°38'N – Long. 20°45'E) per una manifestazione pacifica e simbolica contro la possibile speculazione immobiliare di cui sarebbe vittima la bella isola ionica secondo quanto riportato dagli organi di stampa internazionali.

OccupyM ita

Add a comment Add a comment Leggi tutto: Occupy Meganissi

Cittadini del Mediterraneo. A Trani

 

 

"I Consoli nell'Arte del Mare, autorità neocostituita a Trani per regolare navigazione, pirateria, commercio e marineria, promulgarono, nel 1063, le Regole del Mare, cioè le norme con cui dovesse essere regolata la vita sul Mediterraneo. Un atto di nascita, in qualche modo, della relazione tra l'uomo e la navigazione.
Dunque Trani è una delle nostre patrie, noi che ci sentiamo e siamo e vogliamo promuovere che tutti siano Cittadini del Mediterraneo, dunque uomini e donne al centro della propria storia, collegati a chi è giusto ricordare, attivi sulla terra e sul mare e non alienati di modernità insensata, progressisti veri e non immemori abitanti della contemporaneità. Ecco dove ci porta Mediterranea. Ecco le storie che cercavamo. Utili per essere raccolte, godute, e raccontate a voi".

Guarda il video

 

Add a comment Add a comment

Prima di tutto...

DSC 0510

 


“Ditelo, scrivetelo, che qui è tutto abbandonato”. I pochi abitanti di San Nicola, splendido isolotto dell’arcipelago delle Tremiti,
ci accolgono così, mentre noi siamo senza parole per lo spettacolo del panorama a 360° di mare e cielo azzurro, costa smeraldina, e Mediterranea, unica barca alla fonda. 

Qui è tutto talmente bello, tutto talmente prezioso, che il nostro cuore di cittadini del Mediterraneo s'incendia. Pensare che in questo Paese si lavora a un’Expò e la splendida abazia benedettina di Santa Maria, sul cucuzzolo dell’isola, è in stato di abbandono, fa sorgere dal profondo dell'animo un sentimento di rivolta. E' questo che noi dovremmo ESPORRE. Ma prima lo dovremmo frequentare, lo dovremmo curare. Lo dovremmo amare
Add a comment Add a comment

Le prime scie

DSC 0248
 
 
 
“Ho preso anche una tempesta, a Città del Capo…”.
Il macchinista del rimorchiatore sembra assorto, polo bianca e jeans, occhiali squadrati. Parla senza nessuna enfasi, solo per raccontare che la petroliera da 350.000 tonnellate di greggio, lunga 450 metri e larga 67, su cui è stato imbarcato per tre volte, era rimasta alle onde per giorni, senza poter avanzare. “La prua andava sott’acqua fino a metà nave e riemergeva dopo un minuto e mezzo”. Storie di marinai che non interessano a nessuno. Interessano a noi di Mediterranea, però. 
 
La nostra bella imbarcazione bianca e blu è ormeggiata a pacchetto proprio sul rimorchiatore. Ieri la capitaneria di Termoli ci ha accolti e guidati fin dal mare aperto, per evitare una secca pericolosa in testa di molo. C’era mare sostenuto, Mediterranea andava giù e riemergeva, stabile e sicura, ma per tante altre barche sarebbe stato un piccolo inferno. 
Add a comment Add a comment Leggi tutto: Le prime scie
  CON IL PATROCINIO ONORARIO DI:
Ministero degli Affari Esteri
ItaliaCultureMediterraneo1
Marina Militare
Guardia Costiera
Lega NavaleIstanbul
Città di San Benedetto del Tronto
  MEDIA PARTNERS:
Ansa Med
Ansa Med
 
“Saily"
 

Area riservata agli autori

Top of Page
Joomla extensions by ZooTemplate.com